DISCOTECHE, PALESTRE E ALTRE ATTIVITÀ RIMASTE CHIUSE PER COVID: DAL 2 AL 21 DICEMBRE LE DOMANDE DI CONTRIBUTO

DISCOTECHE, PALESTRE E ALTRE ATTIVITÀ RIMASTE CHIUSE PER COVID: DAL 2 AL 21 DICEMBRE LE DOMANDE DI CONTRIBUTO

L’art. 2 del decreto “Sostegni-bis” (D.L. 25 maggio 2021, n. 73, convertito con modifiche dalla Legge 23 luglio 2021, n. 106), prevede contributi a favore delle attività economiche per le quali sia stata disposta la chiusura per un periodo complessivo di almeno cento giorni nel periodo intercorrente tra il 1° gennaio 2021 e il 25 luglio 2021. Ora, con il Provvedimento direttoriale 29 novembre 2021, n. 336230/2021, sono state emanate le disposizioni attuative

In particolare:

  • I contributi a fondo perduto possono essere chiesti dai titolari di discoteche, sale da ballo e di altre attività, come cinema, teatri, palestre e piscine rimaste chiuse per effetto delle restrizioni introdotte per contrastare l’epidemia;
  • L’istanza potrà essere presentata all’Agenzia delle Entrate in via telematica dal 2 al 21 dicembre 2021.

Ci sono due le tipologie di contributo: 

  • Uno, fino a 25mila euro, per discoteche, sale da ballo e simili (codice Ateco 2007 “93.29.10”) che risultavano chiuse al 23 luglio 2021 e 
  • Un secondo, con tetto a 12mila euro, per tutte le attività operative in diversi settori (dallo svago al benessere, dallo sport all’intrattenimento) rimaste chiuse per almeno 100 giorni tra il 1° gennaio e il 25 luglio 2021. 

I contributi riconosciuti saranno accreditati direttamente sul conto corrente indicato nell’istanza che va presentata  utilizzando i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate.