LIFE – VIVERE LO SPORT

LIFE – VIVERE LO SPORT

LIFE-VIVERE LO SPORT

Al nastro di partenza il progetto sportivo-sociale

per le strutture comunitarie che si occupano di dipendenza

Con decreto n.13148 del 2 novembre 2020, “Approvazione dei progetti presentati da parte di Associazioni di Promozione Sociale e Organizzazioni di volontariato per lo svolgimento di attività di interesse generale ai sensi degli artt. 73 e 73 del D.lgs 117/2017”, Regione Lombardia ha approvato 157 proposte progettuali tra cui il progetto LIFE-VIVERE LO SPORT che nasce e si sviluppa con l’intento di:

  • Re-integrare le strutture comunitarie che si occupano di dipendenza con i territori di appartenenza
  • favorire sul territorio di Bergamasco e Bresciano, i territori più colpiti dal Covid-19, la ripresa dei contatti fisici e sociali
  • promuovere la salute e il benessere dei cittadini e dei pazienti inseriti nelle Comunità attraverso la promozione dello Sport come Fattore Protettivo e preventivo e come strumento di aggregazione e reinserimento sociale.

Il progetto LIFE-VIVERE LO SPORT intende di offrire occasioni di ripresa di incontro tra soggetti fragili e/o in fase di cura da una dipendenza, stimolando i beneficiari all’impegno settimanale e offrendo loro opportunità nuove in cui confrontarsi con gli altri e ricostruire legami sociali. Il progetto coinvolgerà almeno 200 persone in cura presso le CT, la popolazione in generale le istituzioni e le associazioni dei territori di appartenenza. I proponenti ASI (Capofila), Ideazione, Casello 11 e AGV (Associazione Volontari Gasparina) partner effettivi, con il supporto dei partner sostenitori le Cooperative di Bessimo e Gasparina di Sopra, intendono:

  1. Impegnarsi a stimolare soggetti fragili al recupero degli stili di vita sana
  2. Incrementare le opportunità di partecipazione ad attività sportivo-educative per soggetti in recupero da una dipendenza col territorio di appartenenza
  3. Aumentare l’integrazione tra le CT della bergamasca e del bresciano e le realtà del territorio per diminuire lo stigma verso i soggetti fragili in un’ottica di riavvicinamento sociale

Oltre al coordinamento e al monitoraggio si prevedono le seguenti attività:

  • Brevi lezioni sull’utilizzo e la manutenzione della bicicletta gratuito e rivolto a 100 persone (uomini e donne). Il corso rivolto al territorio e alle Ct delle province interessate
    • Uscite in bicicletta. L’attività prevede uscite di gruppo nei parchi delle province interessate (Parco del Serio, Parco dell’Adda, Parco dell’Oglio etc). Almeno 20 uscite in cui mettere in pratica le tecniche acquisite. Le uscite, occasione per dinamiche relazionali, saranno accompagnate dai volontari GVG e di Casello 11 e dagli operatori di Bessimo e Gasparina. Si prevede un coinvolgimento di 500 persone.
    • Almeno due almeno 2 incontri di sensibilizzazione sul tema delle dipendenze nelle province interessate e un convegno a conclusione del progetto per la presentazione degli esiti.
    • Tornei INCLUSIVI, che coinvolgeranno persone in fase di recupero da dipendenza e altri cittadini del territorio, in particolare:
      • Calcetto e Pallavolo: ipotizzato per giugno- luglio 2021 presso la coop. Gasparina con il coinvolgimento di 100 persone
      • Torneo Beach Volley settembre 2021 un “torneo di calcio inclusivo” che coinvolgerà 50 persone.
      • La BRE.BE.MI. ciclistica: manifestazione podistica che toccherà, a tappe, le comunità terapeutiche di Brescia, Bergamo per arrivare a Milano per il convegno finale del Progetto.
      • Programmazione di una camminata non competitiva a Romano.
      • Torneo di scacchi novembre 2021.