RIESAME DELLA DOMANDA “BONUS LOCAZIONI”

RIESAME DELLA DOMANDA “BONUS LOCAZIONI”

Il 2020 è stato un anno che ha stravolto le nostre vite modificando le nostre abitudini e non vedevamo l’ora di lasciarcelo alle spalle.

È stato un anno difficile per lo sport a tutti i livelli e per tutte le categorie. L’emergenza Coronavirus ha bloccato un pilastro fondamentale per il benessere psico–fisico delle persone.

È iniziato il nuovo anno e malgrado le attività sportive siano ancora chiuse si apre oggi la possibilità di chiedere il riesame della prativa per le ASD/SSD non rientranti tra i beneficiari del contributo a fondo perduto relativo al Bando del 9 novembre 2020 “canoni di locazione”, detto anche “bonus locazioni”, emanato dal Dipartimento per lo Sport.

Il Dipartimento per lo Sport ha infatti comunicato che fino al 20 gennaio sarà accessibile la piattaforma per presentare richiesta di riesame della domanda.

La piattaforma per presentare le richieste di riesame, esclusivamente per le ASD/SSD escluse nel mese di novembre, sarà disponibile a partire dalle ore 16:00 di oggi, 4 gennaio 2021 fino alle ore 16:00 del giorno 20 gennaio 2021. Il link sarà successivamente reso disponibile tramite questo stesso sito web: http://www.sport.governo.it/it/

Il Dipartimento precisa che tutte le richieste già pervenute, trasmesse tramite mail o con altre modalità non contemplate, non saranno ritenute valide ai fini dell’esame e non saranno prese in considerazione.

Cosa è stato oggetto di verifica delle precedenti domande?

In prima analisi il Dipartimento ha effettuato un controllo con l’Agenzia delle Entrate in modo da individuare in anagrafe tributaria, attraverso il Codice fiscale della ASD/SSD comunicato nella domanda, un contratto attivo alla data del 17 novembre 2020 (termine di chiusura del Bando), corrispondente al numero di registrazione fornito sempre nella domanda.

Pertanto l’indicazione di “Verifica negativa Agenzia delle Entrate” negli elenchi pubblicati e quindi di esclusione dal benefico, è attribuibile ad una delle seguenti casistiche.

  • non risultavano contratti attivi associati al codice fiscale della ASD/SSD alla data del 17 novembre 2020 (per es. registrazioni associate al codice fiscale del legale rappresentante, contratti scaduti non rinnovati o prorogati oltre la data del 17 novembre 2020, subentri o sublocazioni non registrate, contratti di concessione di impianto pubblico o di affitto di ramo di azienda esclusi dai requisiti del Bando);
  • gli altri contratti attivi individuati tramite il riscontro, differivano totalmente da quanto dichiarato nella domanda per data di registrazione/scadenza, importo del canone, numero di registrazione del contratto, e dunque non era possibile procedere con l’ammissione al beneficio.

Invece, come indicato nel bando di novembre, le ASD/SSD che nella domanda avevano dichiarato di avere ricevuto/richiesto i contributi relativi all’art. 1 del Dl. N. 137/2020 non possono accedere ai contributi a fondo perduto.

Cosa si deve presentare per la richiesta di riesame?

Ai fini della valutazione della richiesta di riesame, le ASD/SSD dovranno caricare esclusivamente la ricevuta rilasciata dal sito dell’Agenzia delle Entrate tramite il Cassetto fiscale – sezione Dati Registro, accessibile dalla voce “Consultazione” della colonna Fisconline.

Potranno essere riammesse esclusivamente le domande le cui posizioni risultavano regolari alla data del 17 novembre 2020.

Anche se ci siamo lasciati alle spalle il 2020, purtroppo in questo 2021 dovremo gestire al meglio le conseguenze derivanti dalla pandemia e organizzare la ripartenza. Il team ASI Sport Fisco continuerà ad essere in prima linea per tenerti sempre aggiornato sulle novità normative e, soprattutto, sulle azioni da intraprendere. Buon anno!


[LUCA MATTONAI]  
TRIBUTARISTA ESPERTO IN SSD

Leave a Reply

Your email address will not be published.